EGITTO | letteraturafoto | link |



ode del disperato

papiro della XII dinastia

A chi parlare oggi?
I fratelli sono cattivi.
e gli amici di oggi non sanno voler bene!
A chi parlare oggi?
I cuori sono avidi
e ognuno cerca di impadronirsi dei beni del suo vicino!
L'uomo pacifico langue e il forte schiaccia tutti!
A chi parlare oggi?
E' il trionfo del male
e il bene è dovunque gettato a terra!

Quando l'uomo ha raggiunto la riva della morte
le sue azioni sono poste in un mucchio davanti a lui
per l'eternita!

La morte è davanti ai miei occhi oggi
come la guarigione per il malato,
come l'uscita dalla sofferenza.
La morte è davanti ai miei occhi oggi
come il profumo della mirra,
come sedersi sotto un baldacchino in un giorno di vento.
La morte è davanti ai miei occhi oggi
come il profumo del loto,
come sedersi sulla riva del paese dell'ebbrezza.
La morte è davanti ai miei occhi oggi
come il percorso della pioggia,
come il ritorno a casa del soldato.
La morte è davanti ai miei occhi oggi
come una schiarita nel cielo,
come la comprensione di un enigma.
La morte è davanti ai miei occhi oggi
come il desiderio di un uomo di rivedere la sua casa
dopo lunghi anni di prigionia.



testi da internet, qui pubblicati a scopo didattico e non commerciale