EGITTO | letteratura | foto | link |

 

PAPIRO HARRIS 500
Parte di poesia il cui finale è frammentario. Ogni strofa inizia con il nome di un fiore, per produrre un gioco di parole con il verso seguente, e che purtroppo non può essere reso.
Periodo di produzione Nuovo Regno (~1500-1000 a.C.).

Inizio dei canti gioiosi

Portulaca: Il mio cuore è legato a te,
faccio per te ciò che desidera
quando sono nelle tue braccia.
Il mio desiderio è il cosmetico dei miei occhi,
il vederti è la luce dei miei occhi.
Mi faccio vicina a te per vedere il tuo amore,
o signore del mio cuore!
Com’è bella quest’ora!
Scorre in eterno quest’ora per me,
mentre dormo con te.
Hai esaltato il mio cuore:
ci sia dolore o gioia,
non ti allontanare da me.

Verbene sono in lui
davanti alle quali ci si esalta.
Io sono la tua amata, la prima;
sono tua,
come il pezzo di terra che ho seminato
di fiori d’ogni pianta dal soave profumo.
E’ dolce in esso il canale
che la tua mano ha scavato
per rinfrescarci al vento del Nord:
un bel luogo per passeggiarci,
la tua mano sulla mia mano;
il mio corpo è felice,
è in gioia il mio cuore
per il nostro camminare insieme.
E’ dolce come mosto,
l’udir la tua voce:
vivo quando la odo.
Se ti vedo, è meglio ogni sguardo per me che mangiare e bere.

Papaveri sono in lui.
Prendo le tue ghirlande:
sei venuto ebbro e hai dormito nel mio letto.
Carezzo i tuoi piedi.
Mi alzo contenta al mattino:
è vita e salute per me la tua vicinanza.

PAPIRO HARRIS 500 - Titolo mancante per lacuna iniziale

Primo ciclo - prima stanza: Lei
Se io non sono con te, dove porrai il tuo cuore?
Non vuoi tu abbracciarmi ogni volta che ci incontriamo?
Se non ci sono abbracci e carezze
ogni volta che giungi a casa mia,
cosa significa per noi il piacere?
Se tu mi cerchi per carezzare le mie cosce e il mio seno
questo è anche il mio desiderio e non ti respingerò!
Te ne vai al pensiero di mangiare?
Sei tu un uomo schiavo del tuo ventre?
Te ne vai per delle vesti quando io possiedo stoffe?
Ti allontani per della birra quando io posso tenderti il mio seno
le cui risorse abbondano per te?
Un giorno di abbracci è più benefico di centomila campi

Primo ciclo - quinta stanza: Lei
Non si sazia il mio cuore del tuo amore,
mio piccolo sciacallo del piacere!
Alla tua ebbrezza non posso rinunciare
al punto di essere cacciata e battuta

Primo ciclo - settima stanza: Lui
Io mi coricherò nella mia casa
e farò finta di essere malato.
Allora i miei vicini verranno a visitarmi
e mia sorella verrà con loro.
Ella renderà inutili i medici
perché lei conosce la mia malattia.

PAPIRO HARRIS 500
Titolo:
Inizio di un componimento di svago.
La bellezza della sorella, l’amata del tuo cuore giunge dai campi

Secondo ciclo - seconda stanza: Lei
E’ forte il verso dell’anitra selvatica caduta nella trappola.
Così il tuo amore mi trattiene e non so liberarmene.
Riprenderò le mie reti: ma che dirò a mia madre
alla quale ogni giorno torno carica di volatili?
Non ho piazzato trappole oggi:
il tuo amore ha catturato me.

Secondo ciclo - settima stanza: Lei
Volgo lo sguardo verso la porta esterna:
ecco, mio fratello sta venendo verso di me,
i miei occhi sono rivolti alla strada,
mentre le orecchie ascoltano il rumore dei passi.
L’amore per mio fratello è la mia sola occupazione;
io non mi preoccupo che di lui.
Il mio cuore non può tacere: egli mi ha inviato un messaggero
dai piedi veloci, quando va e viene,
per dirmi che mi ha abbandonato,
che ha trovato un’altra!
E questa è in contemplazione davanti a lui.
Ecco, la sofferenza mi colpisce a causa di un’altra.

Secondo ciclo - ottava stanza: Lei
Il mio cuore sta ripensando al tuo amore.
Solo un lato del mio capo porta la treccia.
Io sono venuta correndo a cercarti
e ho trascurato la mia acconciatura;
(ho tolto) e poi rimesso la mia parrucca
al fine di essere pronta in ogni momento.


testi da internet, qui pubblicati a scopo didattico e non commerciale